Tre volte premio Italia, due volte premio Hugo per l’Italia, Premio Comandante Achille Lauro Città di Napoli, premio speciale esposizione di Los Angeles, premio Accademia Tiberina, premio Operosità dell’Arte patrocinato dall’UNESCO, un comitato fondatore composto all’epoca da Brian Aldiss, Ray Bradbury, James Blish, Donald A. Wollheim, Walter Ernsting, unica rivista che per cinquant’anni e attraverso tre diverse case editrici ha mantenuto testata, veste e continuità nella persona del suo direttore, Ugo Malaguti, detentore del primato di più longevo direttore di collana di ogni tempo. Nelle oltre 25.000 pagine degli 81 volumi della sua seconda serie, premi Hugo, Nebula, centinaia di racconti e romanzi brevi e decine di romanzi completi dei maggiori scrittori del fantastico di ogni tempo. In ogni numero, un ricco Portfolio con ampie biografie dei maggiori pittori e illustratori del fantastico, da grandi artisti come Goya e Duhrher ai migliori italiani come Caesar, Allison, Jacono, ai grandi europei come Thole e Pennington, ai classici come Emsh e Finlay.. Romanzi inediti in Italia dei più grandi, da Simak a Hamilton, da Williamson a Swann, da Sturgeon a Clarke, da Willis a Shepard, straordinarie rivelazioni come Jeschke, Gardini e decine di altri. Un dialogo continuo con il pubblico, tanto che le celebri rubriche Pagina Tre e Lettere al Direttore presenti in ogni volume sono una preziosa e attualissima testimonianza della storia, giorno per giorno, della fantascienza italiana, suffragata dai Come eravamo nei quali i protagonisti dell’epoca raccontano momenti fondamentali della loro storia, da Lippi e la sua Urania a Falessi e la sua Oltre il cielo, i migliori specialisti di cinema che analizzano i momenti topici della fantascienza cinematografica, a cominciare dal più famoso di tutti, Luigi Cozzi, e soprattutto romanzi e racconti, sempre integrali, sempre tradotti dai migliori traduttori, e addirittura le prime pubblicazioni mondiali di storie di autori poi diventati famosi, come Jeff Vandermeer…

Questa in poche righe una piccola parte della storia di quella che Bradbury, Aldiss, Wollhiem, Pohl, Simak, Williamson e tanti altri grandi del fantastico mondiale hanno definito “la più bella pubblicazione mondiale dedicata alla science fiction”, una leggenda che con i suoi cinquant’anni di vita è seconda alla sola Urania, nel nostro paese, ma che a differenza della classica pubblicazione mondadoriana ha avuto nella sua storia sempre la stessa testata, una unità anche estetica che la rende inconfondibile e perfetta nel suo scaffale della biblioteca, e, appunto, un solo direttore, Ugo Malaguti.

Ricorre quest’anno un importantissimo anniversario: uscì infatti nel 1967 il primo numero della prima serie di Nova, quella che trascinò la Libra alla maggiore diffusione e consenso del fantastico negli anni ’60 e ’70, e malgrado una lunga sosta, Nova è ancora viva, e con il ritorno del suo direttore storico, Ugo Malaguti, alla piena attività, sta preparando il ritorno sulle scene in autunno, con un impedibile numero 82 e con l’obiettivo di raggiungere nel giro di cinque anni il prestigioso traguardo del centesimo numero della stessa serie (in realtà i numeri finora usciti sono 123, più uno speciale, visto che la prima serie edita dalla Libra arrivò al numero 42, più un numero speciale dedicato alla fantascienza italiana, mentre il ritorno di Nova, avvenuto all’inizio degli anni ’80 dopo una breve sospensione, con la Perseo Libri, riprese dal numero 1 ed è proseguita inalterata anche attraverso Elara).

Nova Sf* è stata definita “l’Università della fantascienza”, perché chi ne possiede l’intera serie ha, commentati e illustrati, tutti i grandi capolavori dal 1926 a oggi, e ogni volume è concepito in modo da offrire sempre una visione globale di questa letteratura, capace di trasformare il lettore in un autentico esperto (come tutti i maggiori critici e specialisti del fantastico italiano, che proprio su Nova hanno conosciuto la grandezza di questa letteratura e si sono formati).

Ci sono 80 volumi su 81, tutti disponibili, nel catalogo di Nova Sf* che potete consultare nel sito www.elaralibri.it, con i sommari completi di ogni volume, volumi che vanno dalle 256 alle 500 pagine ciascuno, e che offrono romanzi completi, romanzi brevi, racconti, rubriche, illustrazioni, profili degli autori, servizi speciali, testimonianze dei protagonisti della storia della sf italiana, tanto cinema, rendendo ogni numero un’esperienza di lettura di altissimo livello, con i più grandi inediti dei più grandi autori.